chi salva chi: il cardinale, il sindaco, il generale, il soldato. – wp 95 – 23 marzo 2010 – 249

wordpress martedì 23 marzo 2010 – 0:30

ma che gli succede a tutti? cos’è questa confusione?

son qui che mi occupo pazientemente di religione, cioè di Ratzinger e dei preti pedofili, che arriva Berlusconi che parla come un vescovo che riverisce il papa o come Bruno Vespa a Porta a Porta:
Il modo in cui egli risponde [alla pedofilia] è straordinariamente efficace e lo è per la sua umiltà e sincerità unita alla chiarezza delle ragioni che il Papa mette in campo.
La lettera pastorale ai cattolici irlandesi è solo l’ultimo esempio di questo suo grande carisma.

poi qualcuno deve avergli ricordato i blog, perché aggiunge:
Almeno per ogni persona che non si lasci guidare da sentimenti pregiudizialmente ostili.

beh, lo ammetto, sono uno di questi: sono pregiudizialmente ostile alla pedofilia, di qualunque tonaca si rivesta.

pope_evil_spellcasting

* * *

beh, sono qui che mi occupo meno pazientemente di Berlusconi e del suo partito dell’amore, ed arriva il generale e cardinale Bagnasco che grazie alle due cariche contemporanee vale per due e parla come Berlusconi:
«L’evento del voto è un fatto qualitativamente importante che in nessun caso converrà trascurare».

insomma, lo stile non è proprio quello, ma il messaggio è lo stesso.

anche il cardinale ha sotto gli occhi gli stessi sondaggi che in queste ore guarda Berlusconi.

e tutti gridano di andare votare.

Berlusconi grida di andare a votare.

il Corriere della Sera avverte del terribile rischio dell’astensionismo.

anche Bagnasco chiama a votare contro la Bonino, per nome e cognome: “Un voto contro l’aborto”.

perché Bagnasco è fine, Berlusconi avrebbe detto “contro quell’aborto di donna”.

the-atheist-e

arriva Alemanno e cosa fa il sindaco? grida di andare a votare, come se fosse Bagnasco o Berlusconi.

sono tre e gridano come se fossero quattro, perché Bagnasco è militare e prete assieme e la sua voce vale doppio, per questo i giornali la sparano in testa a tutte le notizie e i più laici ti mandano anche via internet l’allegato col testo completo.

tutti gridano le stesse cose: i politici sono cardinali, i cardinali sono politici, i sindaci sono dei politicanti senza tonaca che parlano come se ce l’avessero.

un solo grido: salvate il soldato Berlusconi!

per dire: quando è un generale che salva un soldato.

tutti dovrebbero gridare invece: abbiamo lasciato in pace i preti pedofili.

per dire: quando sono stati i vescovi che hanno salvato un prete.
riusciranno tutti assieme a salvare il Califfo in declino?

oppure il non voto li seppellirà?

* * *

tra un appello elettorale e l’altro, finalmente Bagnasco si occupa anche un poco dei fatti suoi e non soltanto dei fatti nostri.

dice: abbiamo sbagliato, ma restiamo indiscutibili lo stesso (soprattutto quando vi diciamo come votare).
Nessun caso tragico può mettere in discussione il sacro celibato che ci scalda il cuore e ispira la vita.

in Germania però, secondo un sondaggio di ieri, la maggioranza dei cattolici è oggi contraria al celibato dei preti, ma Bagnasco si tiene stretta l’Italia e si riscalda come può.

certo Berlusconi non è proprio un esponente del sacro celibato cristiano, ma la chiesa non si ferma ai dettagli.

un vescovo tedesco ha osato dire che le critiche alla chiesa cattolica per le centinaia di scandali sessuali che stanno emergendo in quel paese gli ricordano le persecuzioni naziste; un altro vescovo gli ha risposto che si vergogna di lui e che stia zitto.

peccato che entrambi si siano dimenticati di dire che il nazismo la chiesa cattolica lo ha appoggiato e portato al potere.

* * *

il papa intanto dice che la pedofilia dei preti (in Germania ne hanno appena scoperto uno che gestiva un sito gay e organizzava orge tramite contatti on-line) dipende dalle cattive interpretazioni del Concilio Vaticano; peccato che esisteva già prima.

e – scusate la volgarità – peccato che l’uccello, anche quello dei preti, non si intenda di encicliche.

ecco son giusto arrivato alla domanda finale: da questa confusione chi salverà il popolo italiano?

. . .

commenti:

Infigeundonee 29 marzo 2010 alle 15:37
i truly love all your posting type, very interesting,
don’t give up and keep writing simply because it simply that is worth to look through it,
looking forward to browse more of your current writing, thankx
🙂

bortocal 30 marzo 2010 alle 19:28
peccato che sia soltanto spam, però è un commento carino lo stesso…

Un pensiero riguardo “chi salva chi: il cardinale, il sindaco, il generale, il soldato. – wp 95 – 23 marzo 2010 – 249

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...