Report sul complotto dell’11 settembre. 25 settembre 2006 – cor-pus 489 [396] – 880

Montag, 25. Sep, 2006 – 19:41:17

.

ho in corso da tempo con Bastiano un lungo e appassionato dibattito sull’11 settembre.

Bortocal 25.09.06 @ 18:35

bastian cuntrare con una mail oggi mi invita a guardare la “puntata di report di ieri sera” ed è così gentile, sapendo che vivo in Germania, di mandarmi anche il link per potermela vedere via internet:

http://www.media.rai.it/mpmedia/0,,report^10616,00.html

(per accedere al programma, copiate il link ed incollatelo sulla barra del vostro browser, inutile cliccarci sopra da qui, per qualche motivo strano – che non attribuisco alla CIA – non funziona).

guardatela anche voi: la forza della tv è molto maggiore della mia: la suggestione delle immagini e delle musiche vi farà apparire probabilmente deboli e balbettanti le mie obiezioni.

se siete interessati a questo argomento e non avete visto la trasmissione avete un’occasione importante di non perdervela.

se poi volete provare a considerare anche le mie osservazioni e poi mi dite che cosa ne pensate, ben venga anche questo.

posso solo ringraziarvi se lo farete.

certo vi sto chiedendo circa un’ora della vostra vita: valutate voi se ne vale la pena…

* * *

ok, mi appunto gli argomenti, via via che guardo.

1. i grattacieli contenevano sostanze velenose e radioattive. la loro distruzione è stata altamente inquinante, in particolare a causa dell’amianto. le autorità pubbliche americane hanno permesso che la popolazione di New York restasse esposta ad un inquinamento inaccettabile.

d’accordo. ma le autorità americane hanno fatto ben di peggio, hanno fatto cose assolutamente criminali degne del sistema nazista: la sperimentazione negli anni 50 di armi batteriologiche all’insaputa della popolazione americana; negli anni Sessanta la corsa al riarmo nucelare con centinaia di esplosioni atomiche NELL’ATMOSFERA ha innalzato il tasso di radioattività in tutto il mondo come una piccola Chernobyl programmata.

figuriamoci quanto pesa un normale disservizio burocratico come quello evidenziato!

e non ha comunque niente a che fare con la teoria del complotto!

2. il grattacielo piccolo vicino alle due torri si è incendiato e le autorità hanno deciso di distruggerlo non riuscendo a controllare il fuoco a detta del proprietario.

ma questo non era possibile se non predisponendo per tempo le demolizioni stesse.

in condizioni normali, certamente per non danneggiare gli edifici vicini; ma ormai attorno c’erano solo macerie.

e una volta ammesso che questo edificio sia stato demolito volutamente alcune ore dopo il crollo delle torri non si capisce che cosa dimostri questo.

3. il Pentagono.

il pilota era un cretino incapace.

e allora perchè frequentava il corso di volo?

e non poteva ritrovare il Pentagono.

l’aereo è stato visto dai testimoni!

è possibile che i testimoni si sbaglino e sia stato invece un caccia militare o un missile Cruise che per errore è finito lì, mentre abbatteva l’aereo vero, visto che le macerie sono effettivamente troppo poche.

ma di nuovo questo dimostra la menzogna su un punto specifico, non un complotto generalizzato.

4. le torri sono crollate perchè erano minate.

esattamente al punto in cui sono state colpite.

no, anzi nel seminterrato.

mi è difficile trattenere le sghignazzate.

peccato che si veda benissimo il contrario.

un grattacielo viene colpito da un Boeing si inonda di tonnellate di kerosene in fiamme e un ingegnere osserva che il suo crollo non appare spontaneo: ti credo!

la verità più semplice del mondo è che le torri erano costruite male; come il Titanic affondò per difetti e truffe che avevano portato a risparmiare sulla qualità dei materiali.

basta guardare la faccia del responsabile intervistato per capirlo.

l’incendio non avrebbe dovuto distruggere l’edificio; ma qui oltre all’incendio c’era l’effetto dell’urto.

le torri che crollano non si comportano esattamente come previsto nei libri di testo.

se è per questo anche le api non possono volare secondo le leggi dell’aerodinamica.

la realtà è irrazionale per conto suo.

5. riaprire la commissione d’inchiesta? ben venga, aspetti oscuri da capire non mancano.

occorre però stabilire se questi punti oscuri sono sufficienti a invalidare il nucleo della spiegazione ufficiale.

la mia risposta è che PER ORA la versione alternativa presenta più incongruenze di quella ufficiale.

6. perchè gli aerei militari non sono riusciti ad intercettare gli aerei?

non ci sono riusciti neppure i russi quando un tedesco pazzo arrivò sulla Piazza Rossa con un monoplano.

ci sono delle procedure standard, ma queste procedure standard non funzionano.

già.

e allora?

vogliamo sostenere che qualcuno ha fatto partire l’ordine di stare fermi? e che nessuno che avesse ricevuto questo ordine lo rivelerebbe?

quando Cesare andò al Senato, fu fermato lungo la strada da chi lo aveva messo in guardia dal complotto, che lo mise in guardia di nuovo.

andò lo stesso incontro al suo destino.

una visionaria – e la cosa è accertata – cercò invano di avvisare Kennedy dell’attentato.

dopo che una tragedia simile avviene, ci si rende conto di quale incredibile somma di coincidenze sta dietro ogni grande fatto della storia.

quel giorno erano in corso dei falsi dirottamenti.

predisposti proprio per consentire il successo degli attentati?

potrebbe anche essere, per quanto mi appaia un po’ troppo contorto e machiavellico.

ma se avete appena detto che il pilota era un incapace e che non avrebbe mai potuto colpire il Pentagono!

una congiura simile di portata mondiale affidata alle mani di terroristi che voi stessi definite totalmente imbecilli?

minare le torri col rischio che nessun aereo riuscisse a centrarle?

mi pare più difficile che potesse riuscire in queste condizioni il complotto della Cia che quello dei terroristi.

perchè quello della CIA sarebbe stato due volte più complicato.

i caccia vanno nel posto sbagliato: naturalmente tutto questo è stato fatto apposta.

ma l’errore umano non è possibile in una confusione simile?

qui sono appena morte 25 persone nella prima sperimentazione della ferrovia superveloce per un banale errore umano!

un complotto cinese contro la ferrovia transrapida tedesca per mantenere l’esclusiva?

7. nel 2002 qualcuno propose un controllo sulle scuole di volo e si diffusero preoccupazioni su un possibile attentato aereo; i responsabili di alto livello ignorano le segnalazioni.

non lo trovo strano. siamo comunemente comandati da idioti.

qualcuno faceva distribuire in Arabia Saudita al Consolato visti d’ingresso illegalmente senza controlli.

chiunque lavori in ambienti di questo tipo sa come siano “normali” questi comportamenti.

8. nel 1990 ci fu la prima guerra contro l’Iraq; il filmato ci trova una normale operazione propagandistica fondata sulla menzogna (la storia dei neonati tolti dalle incubatrici: una puttanata).

e allora?

tutta la storia americana è intessuta di simili racconti favolistici per lo spirito pubblico americano.

proprio questo dimostra semmai che non c’era bisogno di organizzare una catasstrofe simile per una guerra di due anni dopo! bastava riportare una attricetta in tv.

gli americani queste panzane se le bevono sempre.

occorre capire quale è il semplicismo dello spirito americano, per il quale è inconcepibile che un governo possa mentire, e ora che hanno scoperto che invece succede, per simile puerilità, ritengono ora che menta sempre.

hanno ragione di essere incazzati col governo, e questo spiega a sufficienza perchè esagerino, ma esagerano.

9. ma i neocon teorizzavano esplicitamente una nuova Pearl Harbor.

questo è l’unico elemento che veramente ha un fondamento e suscita dei dubbi.

conclusione:

dunque: lo scenario di una congiura possibile non è da escludere.

ma se la congiura c’è stata è stata fatta proprio bene perchè le prove per smascherarla sono tuttora troppo deboli.

ma si dice che tre membri della famiglia regale saudita e un generale dei servizi segreti pakistani sarebbero stati al corrente del complotto e successivamente liquidati per questo.

non credo che si voglia sostenere che sono stati avvisati dalla CIA, credo!

è molto molto più probabile che lo abbiano saputo per i loro legami con Al Khaida, invece!

ancora una volta lo scenario più coerente non e` quello della teoria complottista.

“Bush e altri esponenti della amministrazione erano al corrente degli attacchi e li hanno lasciati accadere”.

no, non c’è nessuna prova, mi spiace, ma è così.

ci sono zone oscure e difficoltà di spiegazione? non c’è dubbio neppure su questo.

vale la pena di riaprire le indagini? d’accordo.

una nuova commissione d’inchiesta? ben venga.

niente di più, per ora, per quanto mi riguarda.

ciao e grazie dello spettacolo, comunque.

(userò ancora questa mail per il blog, non ti dispiace vero?)

* * *

ed ecco i link alle premesse di questo post:

http://bertolauro.blogs.it/2006/09/11/372_il_fantastico_complotto_dell_11_sett~1117544

http://bortocal.blogs.it/2006/09/13/261_l_11_settembre_e_gli_ufo~1123590

. . .

commenti al post:

Metalluss   Freitag, 29. Sep, 2006 @ 11:48:21

i complotti non saranno mai chiari al 100% perche` alcuni dei testimoni o anche gli stessi organizzatori della scenetta sparisono nel nulla.

ho letto, qualche tempo fa, un libro sulla polizia segreta russa. devo dire che facevo difficolta` a capire il filotto degli eventi perche` c’era una cozzaglia di doppiogiochisti, corrotti e persone che neanche dovevano esistere.

riporto fedelmente:
fino a che gli argomenti sono che le torri sono venute giu` perche` minate durante un black out la settimana precedente e non perche` colpite dagli aerei, non ci sto: ma perche` mandare gli aerei allora? e per di piu` guidati da piloti che non sapevano volare?

non hanno mandato gli aerei, li hanno solo lasciati fare. cosi` hanno avuto la scusa per fare una guerra gia` pianificata e che i cittadini americani non volevano inizialmente fare. poi con l’11 settembre l’opinione pubblica e` cambiata ed ha appoggiato il governo guerraiolo di Bush.
come dici te: tuttavia l’America e` stata trascinata in guerra perche` e` un paese credulone

ricordo che la guerra e` passata prima in Afghanistan, con la scusa di bin laden (la` dove transitano i maggiori oleodotti di petrolio) e poi in Iraq, con la scusa di Saddam (la` dove ci sono i pozzi di greggio).

ci tengo a dire che noi italiani siamo anadati in Iraq, a Nassiria, ufficialmente per una missione di pace. Non ufficialmente siamo andati a proteggere i pozzi di petrolio dell’ENI, che guardacaso sono a Nassiria.

Bortocal   Freitag, 29. Sep, 2006 @ 22:00:43

caro metallus,

i complotti non sono mai chiari al 100%, tuttavia sono plausibili oppure no.

quando vi fu la strage di Piazza Loggia a Brescia nel 1974, dove persi alcuni amici che si erano riparati dalla pioggia proprio vicino al maledetto cestino della bomba, la sera prima al corso serale per lavoratori mi fu fatta questa domanda: secondo lei, profe, domani ci sara` una bomba in piazza?

la voce girava pareecchio in quelle ore.

questo mi fa dubitare che c’erano state delle smagliature, se c’era stato un complotto, ma non dimostra il complotto.

io arrivai in piazza con circa un quarto d’ora o al massimo mezzora di ritardo per la visita imprevista a casa mia di alcuni miei ex-alunni che avevano approfittato dello sciopero per venirmi a trovare.

ero partito al suono delle prime sirene delle ambulanze.

le vittime erano gia` state portate via e i pompieri stavano lavando la piazza con gli idranti per cancellare le tracce dell’esplosivo.

nel corso delle indagini il capo dei pompieri testimonio` sotto giuramento che la piazza era stata lavata non alle 10:30 ma alle 13 e nessuno glielo contesto`.

questa era una smagliatura gigantesca, secondo me.

chi aveva dato l’ordine insensato di lavare la piazza prima di ogni rilievo?

allora collaboravo a un giornale locale e sviluppai tutti gli scenari conseguenti a questa ipotesi in un articolo di cui mi fu promessa la pubblicazione.

l’articolo fu rubato: allora non c’era internet e ne avevo una copia sola.

capii che avevo centrato in pieno ed ebbi anche paura.

intanto il principale testimone che porto` in galera un omosessuale neonazista che poi fu strangolato in carcere spari` nel nulla, senza che nessuno si chiedesse come mai.

io non ho dubbi: quello fu un complotto del potere; e la piazza fu lavata perche` le tracce dell’esplosivo avrebbero portato facilmnete agli autori.

il capo dei pompieri era ricattabile; la bomba esplose dove stavano di solito i carabinieri che quel gionro non c’erano.

non ho le prove, ma ho una somma di indizi convergenti e tutto indica che il complotto fu fatto da professionisti.

ora veniamo alla strage dell’11 settembre.

le stesse controinchieste si contraddicono da sole: se la CIA ha messo in piedi o lasciato che venisse messa in piedi l’operazione, com’e` che questa operazione e` cosi` bislacca che riesce per un concaternarsi assurdo di coincidenze perche` e` fatta da incapaci?

e` possibile che la CIA abbia legato le sorti del mondo nei successivi 10 anni a un evento altamente improbabile?

e poi, perche` i vertici del potere politico erano chiarmanete cosi` impreparati all’evento?

no, non sono convinto.

e` ovviamente un parere personale.

tuttavia sono d’accordo a chiedere altre indagini, che potranno fare emergere altri fatti che potranno suscitare dei ragionevoli dubbi e delle incalzanti domande che per ora riguardano aspetti solo marginali.

neppure mi pare che Bush avesse un grande bisogno di una simile catastrofica disfatta dell’immagine della potenza americana nel mondo per fare una spedizione internazionale tutto sommato modesta in Afghanistan, e la guerra in Iraq e` venuta troppo tardi per essere stata preparata dall’11 settembre; e dopotutto Bush padre ne aveva gia`  fatta una 10 anni prima senza bisogno di tirare giu` le torri.

no, l’Afghanistan non e` cosi` strategico da giustificare tutto questo.

che le guerre in corso siano guerre per il controllo del petrolio e dell’energia non ci piove, ma l’opinione pubblica non avrebbe fatto resistenza comunque anche senza l’11 settembre alle guerre per il petrolio; non la fece neppure ai tempi di Bush padre.

no, la spiegazione vera e` che davvero l’America ha subito l’11 settembre un duro colpo ed e` apparsa per la prima volta gravemente vulnerabile e ferita e ha dovuto rimettersi in guerra per riaffermare (senza riuscirci) la propria potenza.

l’11 settembre restera` nella storia come il simbolo dell’inizio del crollo dell’impero americano e non come un incidente di un percorso di costruzione trionafle dell’impero, come Pearl Harbor.

per ora la richiesta di una indagine nasce da alcuni punti oscuri minori e da un sospetto di fondo dovuto ai complotti precedenti.

basta e avanza per chiedere di sapere di piu`.

coloro che ritengono di avere gia` dimostrato il complotto con i dati attuali a mio parere si rendono invece ridicoli e possono rendere poco credibile una ipotesi che poi magari diventera` ragionevole con elementi nuovi.

Metalluss   Freitag, 29. Sep, 2006 @ 11:54:52

riaprire la commissione d’inchiesta? ben venga, aspetti oscuri da capire non mancano.

il governo Bush ha stanziato 60.000 dollari per le ricerche sull’11 settembre

il governo Clinton ha stanziato 40.000.000 dollari per il pompino della segretaria.

per quanto sia stata brava, e` piu` importante una succhiata o un attentato terroristico?

per la succhiata nessuno e` morto. per l’attentato terroristico quanti sono morti? e quanti ne stanno morendo? (le torri gemelle erano costruite anche con l’eternit. l’amianto che da quella mattina e` svolazzato in giro sta creando moltissimi casi di problemi respiratori che galoppano verso tumori incurabili.

Bortocal   Freitag, 29. Sep, 2006 @ 22:14:40

d’accordissimo su tutto questo, ma sei sicuro sulle cifre, in particolare la seconda?

ben venga una commissione d’inchiesta piu` rigorosa: io non sto dicendo che di sicuro il complotto non c’e` stato.

sto dicendo che finora nessuno ne ha dato una interpretazione anche vaga plausibile o trovato indizi forti che ci sia stato.

magari la commissione d’inchiesta mettera` in luce meglio particolari che ora sfuggono.

tuttavia i punti critici finora evidenziati dalle controinchieste secondo me non poirtano da nessuna parte.

le controinchieste non hanno chiara la tesi di fondo: a volte sostengono che la strage e` stata organizzata dal potere (“le torri erano state minate”, per esempio), a
volte che vi e` stata complicita` nel lasciarla eseguire.

(e tuttavia una CIA che si lascia passare sotto il naso una faccenda simile, non ne esce troppo a pezzi?).

se lo scenario su cui lavorare e` il secondo, bisogna impostare le indagini in modo diverso che per uno scenario come il primo.

ma quale sia lo scenario privilegiato ancora non si capisce.

e i due scenari si contraddicono l’un l’altro.

se bisognava eseguire la strage per avere un pretesto, bastava minare le torri come nel 1993 e farle venire giu` dando la colpa a Bin Laden (non era difficile).

se si e` voluto lasciare eseguire la strage, la banda degli esecutori era una accozzaglia di tali dilettanti che tutta questa messa in scena era legata ad un filo.

nessuna delle sue spiegazioni tiene (secondo me!).

tuttavia l’unica semmai percorribile e` la seconda.

pensare che la CIA abbia lasciato andare i boeing contro le torri minandole la settimana prima per farle venire giu` perche` l’urto non sarebbe stato sufficiente a farlo?

e se gli aerei avessero sbagliato la mira, come era molto probabile vista l’inesperienza dei piloti?

avrebbero tirato giu` le torri lo stesso?

e chi poteva sapere che cosa sarebbe successo alle torri dopo l’impatto con un aereo di linea?

io trovo straordinario che non siano venute giu` subito, ad esempio.

piu ci penso e piu` sono scettico.

. . .

per una strana coincidenza sono tornato su questo argomento giusto dieci anni dopo, in questo post:

l’11 settembre di Obama – 469

https://corpus15.wordpress.com/2016/09/29/l11settembre-di-obama-469/

e forse soltanto in quest’ultimo post sono finalmente riuscito a definire una ipotesi che mi pare attendibile sullo svolgimento dei fatti.

Un pensiero riguardo “Report sul complotto dell’11 settembre. 25 settembre 2006 – cor-pus 489 [396] – 880

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...