Ina Seidel, omissione. bortologia 55 [III, 72] – 9 aprile 2009 – 435

2009-04-09 – 22:38:09

troppo poco gli alberi conosco,
che mormorando davanti al mio limitare
si levano. troppo di rado mi costruisco
nidi per i miei sogni, per ascoltare
di nascosto il rumore del vento.

ma i giochi delle nuvole d’argento
in cielo sono oramai passati
senza darmi conforto – e dimenticato
ho del tutto i tanti stupori
che una volta mi scioglievano il cuore.

435

. . .

commenti:

ilpensierodioggi  http://www.miknet.it 2009-04-10 @ 01:45:45
E’ una bellissima poesia, in cui mi identifico al cento per cento.
Impeccabile anche lo stile, per metrica e per l’essenzialita’ del linguaggio, al tempo stesso fatto di parole semplici ma costruite con garbo classicheggiante, e capace di rendere immediato il messaggio.
Oh, che malinconia che mi fa venire!

Bortocal 2009-04-10 @ 20:56:53
caro miki,
anche io sono rimasto folgorato da questo testo tanto più intenso quanto più semplice.
tradurlo è stato davvero una piccola lotta, soprattutto perchè l’originale è a rime alternate.
mi aspettava sul metrò, e siccome l’ho fotograto, ti allego anche la sua foto.
come vedi ho dovuto trasformarne un poco la struttura, però alla fine credo di essere riuscito a riprodurne abbastanza bene il ritmo e la cadenza.
435a

ilpensierodioggi  http://www.miknet.it 2009-04-11 @ 16:42:53
Beh, complimenti… sei un ottimo traduttore! 

Bortocal 2009-04-11 @ 17:38:11
come fai a dirlo se non sai il tedesco?
buona Pasqua, miki

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...