al contadino non far sapere. 15 luglio 2007 – cor-pus 244 [err. 248] – 598

Sonntag, 15. Jul, 2007 – 11:21:52

Il 28 giugno scorso in Germania è avvenuto un incidente nella centrale nucleare di Brunsbüttel und Krümmel, nello Schleswig-Holstein, al confine nord con la Danimarca.

la centrale è gestita dalla società svedese Vattenfall, protagonista di analoghi incidenti in centrali nucleari svedesi qualche mese fa, dei quali ho già parlato in un altro post a suo tempo.

Niente di irreparabile: la soglia di rischio è stata semplicemente sfiorata e non superata; tuttavia, come è logico in un paese serio, l’episodio è stato percepito come drammatico e da allora è in atto un vivace dibattito, nel quale sono impegnate anche gli uomini politici locali, che sono persone serie.

598
le pompe raffreddano dall’esterno la centrale nucleare tedesca di Brunsbüttel und Krümmel il 28 giugno scorso, per impedirne l’esplosione.

Ciò che ha particolarmente colpito è stato il ruolo dell’errore umano nella vicenda.

A fronte di un ordine della direzione generale di aprire e chiudere alternativamente le valvole, queste sono rimaste aperte per lunghi minuti, semplicemente perché chi ha ricevuto l’ordine non lo aveva capito bene.

(che fosse un immigrato che parla male il tedesco come me?)

Di conseguenza la temperatura dell’acqua nell”impianto di riscaldamento è arrivata a un passo dalla soglia che avrebbe determinato l’esplosione della centrale, come a Cernobyl.

D’altra parte, contro ogni misura di sicurezza, il reattore non fu evacuato, e 37 lavoratori furono lasciati all’interno in una situazione di imminente pericolo.

La stampa accusa la direzione della ditta di avere fornito informazioni false, dopo essersi trincerata in un primo momento dietro un silenzio arrogante.

Perdipiù, dopo l’incidente, l’azienda ha alzato i prezzi di vendita della energia elettrica prodotta dalla centrale, e quindi migliaia di utenti la stanno abbandonando per passare ad altri fornitori.

è quindi prevedibile anche una crisi della società.

l’opposizione di destra alla Grosse Koalition, rappresentata dal Partito Liberale tedesco (FDP), chiede l’immediata chiusura del reattore che ha dato dei problemi.

“Abbiamo sempre detto: impianti nucleari insicuri vanno chiusi”

così ha dichiarato, prudentemente, il segretario della FDP.

“La fiducia nella energia nucleare è stata severamente scossa”.

così ha dichiarato il segretario della SPD, l’equivalente del nostro Partito Democratico, che assieme a CDU e CSU, cioè ai democristiani, sostiene la Grosse Koalition della Merkel.

il segretario della SPD tira certamente l’acqua al suo mulino (e non alla centrale), dato che la sinistra tedesca, che avrebbe una chiara maggioranza in parlamento se riuscisse a darsi un programma comune, è tutta contraria all’energia nucleare.

tuttavia rispecchia certamente l’opinione pubblica prevalente.

Non mi pare che notizie di questo tipo abbiano grande spazio sulla stampa italiana, dato che i poteri forti del nostro paese hanno già deciso da tempo (senza dirlo all’opinione pubblica) per il ritorno al nucleare e dunque è meglio al contadino non far sapere quanto può essere pericoloso l’atomo perfino in Germania.

Si tratta infatti di convincere un popolo intero che vale la pena di convivere con un rischio mortale che può distruggere una regione come la Lombardia in pochi minuti anche per qualche banale errore umano.

E, a parte pochi accecati dal’odio ideologico, ogni persona di buon senso risponderebbe di no, a mio parere, se adeguatamente informata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...